Non fermarsi agli incroci

Alla ricerca di stimoli per buttar giù due righe, ne trovo uno questo pomeriggio, e questa volta non centrano niente le scene, il lavoro o le passeggiate. Si tratta di qualcosa di più concreto, meno astratto, come un disegno. O meglio, un incrocio. Sì, proprio un incrocio, che se ci provi è difficile da scrivere, specie quando si è abituati a proseguire, ad andare avanti.
Questo pomeriggio mi sono soffermata su questo scarabocchio che da lontano somiglia molto di più ad una X, e nel punto esatto in cui le tue linee convergono – ho pensato – il nostro istinto dovrebbe farci fermare il passo, per dare la precedenza ai pedoni oppure perché il semaforo è rosso. In realtà, senza cognizione di causa, non badiamo mai agli incorci: durante l’osservazione, la strada viene percorsa mentalmente, con lo sguardo, senza rispettare alcun segnale stradale, senza badare a precedenze, semafori, cartelli. Oltrepassiamo gli incroci, non curanti, perché siamo dei disadattati in cerca di stimoli.

Annunci

Write:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...