Lo “young marketing” legge i tuoi pensieri

Ho scritto molti articoli sul marketing e ho dedicato un’intera pagina di appunti sull’argomento, solo perché dopo aver incentrato il mio terzo anno universitario verso questo settore disciplinare ho ritenuto stimolante approfondirlo all’interno di altri ambiti, quali i servizi (o settore terziario). A tal proposito il prof. Filiberto Tartaglia ha pubblicato un vero e proprio manuale di sopravvivenza aziendale dal titolo così attuale “Il marketing al tempo della crisi“. Sperimentare, è uno dei segreti necessari alla comprensione del proprio settore lavorativo di interesse. In questo modo ho iniziato a parlare di marketing sul blog per poi sperimentarlo nella vita.

La situazione del Marketing nel 2015 prevede una crescita sproporzionata per l’uso di social networks, big data, software specializzati alla semplicifazione del lavoro in azienda e soprattutto di App, per via del crescente (ed esagerato!) acquisto di smartphones e tablets. Un settore che, senza accorgercene, ci sta rubando i pensieri perché quello di cui abbiamo bisogno viene tradotto, riassunto e quindi “sviluppato” in un simpatico pulsante interattivo che offre l’accesso a un mondo fatto di relazioni umane ed aziendali a carattere digitale (si ricordi il marketing B2B e B2C). L’App diventa motore di ricerca e di miglioramento per le aziende e i suoi clienti (per questi ultimi segnalo il simpatico libro dell’autore già citato, “E osano chiamarci clienti. Dal disservizio alla truffa“).

Le aziende emergenti sono già al corrente del cambiamento: quel tramonto dai colori sfumati, diversi ogni giorno e fusi per la ricerca della giusta tonalità. La freschezza e l’elasticità della new generation si rapporta ad un futuro tanto vicino al presente quanto distante ad un futuro fatiscente e surreale. Un grande esempio è la Riso Engineering Solutions, una mobile agency di founders giovani non solo per l’età ma soprattutto per le idee. La Riso E.S. è esperta nella realizzazione di un prodotto finale esplosivo, a partire dal pensiero del cliente.

La fuga dei cervelli di cui tutti parlano, può allora diventare un miraggio se si comincia a dare una ragione di esistere ad idee di miglioramento come quella più recente dello Riso E.S. per quanto riguarda la gestione e lo smaltimento dei rifiuti (l’idea si chiama App Differenziata), perché “bisogna fare quadrato”, ovvero unirsi e unire le proprie idee nel cambiamento. Altrimenti, a proposito di ambiente, la critica di Annamaria Testa sul rischio dell’Expo2015 aiuta a riflettere molto sul voler far tutto e male (errore di molte aziende). Quindi, l’utilizzo di terminologie poco azzeccate, come nel caso esposto da Annamaria Testa, o l’utilizzo di immagini poco gentili, diventano input spinti dal solo desiderio di vendere.
Nel caso dell’uso delle parole appropriate, la presidente emerito dell’Accademia della Crusca, Nicoletta Maraschio in un recente ritwitt della Crusca, ricorda la necessità di

“(…) impostare una politica linguistica coordinata e coerente, che in questo momento è assente, politica realizzabile attraverso la sinergia di soggetti diversi e che deve riguardare sia la promozione dell’italiano nel mondo ma anche il fronte interno, ambiti accomunati da dinamiche come la globalizzazione, l’immigrazione e la diffusione del multilinguismo”

tentativo assente ma realizzabile mediante la sinergia tra soggetti diversi per la promozione dell’italiano nel mondo. Quando si parla di soggetti diversi mi viene in mente dell’altro che non ha niente a che fare con il fattore ‘razza umana’ ma che riguarda diversi ambiti settoriali come il territorio, l’arte, la cultura. Nel caso della Riso E.S., per esempio, assistiamo al settore delle ITC che si fonde con il terziario, o meglio, con la tutela dell’ambiente e del territorio.
Potrei continuare, ma ho ancora alcuni pensieri in sospeso per quel che riguarda il nuovo mondo web digitale.

 

Sul marketing puoi leggere anche:
Marketing strategico o pubblico stanco?
Tutta l’intelligenza che vuoi, in un minuto!
E-mail: lo stesso destino delle lettere
Giovani, lavoro e profili professionali
Nascita del valore

In lingua inglese:
Clean the advertising to go to Heaven
A perfect CV should be short, innovative and creative

Annunci

Write:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...